Wir verwenden Cookies. Erfahren Sie mehr in unserer Datenschutzerkl√§rung.

Cookie Einstellungen

Diese Cookies benötigen wir zwingend, damit die Seite korrekt funktioniert.

Diese Cookies  erhöhen das Nutzererlebnis. Beispielsweise indem getätige Spracheinstellungen gespeichert werden. Wenn Sie diese Cookies nicht zulassen, funktionieren einige dieser Dienste möglicherweise nicht einwandfrei.

Diese Webseite bietet möglicherweise Inhalte oder Funktionalitäten an, die von Drittanbietern eigenverantwortlich zur Verfügung gestellt werden. Diese Drittanbieter können eigene Cookies setzen, z.B. um die Nutzeraktivität zu verfolgen oder ihre Angebote zu personalisieren und zu optimieren.
Das können unter Anderem folgende Cookies sein:
_ga (Google Analytics)
_ga_JW67SKFLRG (Google Analytics)
NID (Google Maps)

Macchina sicura

Sulla base del contratto di mandato della Segreteria di Stato per l'Economia (SECO), Settore sicurezza dei prodotti, agriss conduce il monitoraggio del mercato relativo alle macchine agricole e da giardinaggio e agli "altri prodotti" nel settore agricolo e del giardinaggio, controllando il rispetto dei requisiti di sicurezza e tutela della salute.

La macchine sicure sono quelle che durante "il loro impiego normale o ragionevolmente prevedibile non espone a pericolo, o espone soltanto a pericoli minimi, la sicurezza e la salute dei loro utenti e di terzi.".

(Art. 3 Par. 1 LSPro)

Legge federale sulla sicurezza dei prodotti (LSPro)

Ordinanza sulla sicurezza dei prodotti (OSPro)

 

Circolazione di macchine sicure

I responsabili della commercializzazione sono i costruttori dei prodotti e gli importatori, se i prodotti non sono stati realizzati in Svizzera, o anche i rivenditori. Essi sono responsabili della conformità dei prodotti alle disposizioni della Legge sulla Sicurezza dei prodotti (LSPro). 

I responsabili della commercializzazione devono integrare la sicurezza già in fase di sviluppo e costruzione. Essi devono svolgere una valutazione del rischio completa, che consideri i rischi rilevati sulla base della probabilità del verificarsi e della gravità delle lesioni e adotti le misure di riduzione del rischio necessarie. La Direttiva macchine UE (2006/42/EG, MRL) prescrive la seguente procedura, nella sequenza indicata, in fase di scelta delle misure nella DRM allegato I punto 1.1.2.:

  • eliminazione o minimizzazione dei rischi
  • adozione delle misure di protezione necessarie contro i rischi non rimovibili
  • formazione di utenti sui pericoli residui e sull'uso sicuro (ad es. mediante avvertenze o informazioni nelle istruzioni per l'uso).

Ai responsabili della commercializzazione di macchine agricole, forestali e di giardinaggio sono disponibili 60 norme di sicurezza europee, che li supportano nella scelta delle misure di riduzione necessarie (Norme). La valutazione del rischio e la decisione sulla scelta delle misure di riduzione deve essere documentata dal responsabile della commercializzazione.

Dichiarazione di conformità

Il produttore o il responsabile della commercializzazione confermano il rispetto dei requisiti di sicurezza con la dichiarazione di conformità. Questa dichiarazione deve essere integrata nelle istruzioni per l'uso. Le istruzioni per l'uso e la dichiarazione di conformità fanno parte della dotazione di ogni macchina.

Per poter dimostrare che i suddetti principi siano stati rispettati, in fase di vendita si deve fornire anche una dichiarazione di conformità. In questo modo i produttori confermano che le norme per una macchina sicura siano rispettate. Essa deve essere firmata e, come per le istruzioni per l'uso, fa parte della macchina. Anche in caso di rivendita quale macchina d'occasione, si devono consegnare questi due documenti con la macchina.

Vendere prodotti sicuri

Si devono vendere solo macchine per l'agricoltura e il giardinaggio sicure. I datori di lavoro sono tenuti a rispettare l'Art. 24 OPI In fase di consegna della macchina verificare anche i rispettivi documenti. Le istruzioni per l'uso con la dichiarazione di conformità integrata devono essere presenti nella lingua del proprio paese. Richiedere sempre la documentazione mancante o segnalare l'assenza presso agriss o il SECO.

Leggere e seguire le istruzioni per l'uso, istruire i familiari e i dipendenti e conservarle in un luogo accessibile.

Altri link e download: